Lettere sull’Italia nel 1785. Da Genova a Firenze

Autore: Dupaty Charles Mercier Collana: ORIZZONTI PERDUTI. BIBLIOTECA DI STORIA DEL VIAGGIO Pubblicato: 2006 Prezzo: 8,00€
Description:

Nel 1785, il magistrato francese Charles Mercier Dupaty, ingegno versatile, ma animo impetuoso e carattere difficile, intraprese un lungo viaggio in Italia, con lo scopo dichiarato di studiarne le riforme giuridiche e la procedura criminale. Senza disdegnare le arti o gli aspetti pittoreschi delle città, Dupaty si volse soprattutto a criticare l’azione dispotica dei governi, la carenza delle leggi e l’insufficienza degli apparati costituzionali, rivelando i propri legami con la riflessione dei philosophes, di cui amava ritenersi l’erede morale. Fu proprio in seguito a questo viaggio che il magistrato ebbe l’occasione di mettere in pratica le sue idee di riforma in materia giudiziaria, lavorando all’unificazione delle usanze e alla realizzazione di un codice, attraverso il quale respingeva la tortura, chiedeva l’uguaglianza di tutti gli imputati davanti alla legge, sosteneva il diritto di difesa del cittadino, esigeva che le pene fossero proporzionate ai delitti commessi e proponeva di sostituire alla pena capitale l’esilio. Un Beccaria francese. Le piacevolissime e sferzanti Lettres sur l’Italie, più volte ristampate, conobbero un duraturo successo in tutta Europa, soprattutto fra i romantici.

A cura di Davide Arecco
Introduzione di Carlo Bitossi


Acquista questo libro